Dizionario dialettale di Gallicchio

a cura di  MARIA GRAZIA BALZANO

Il  dialetto gallicchiese

 

|Schizzo geo-storico di Gallicchio| Posizione del dialetto gallicchiese all'interno dei dialetti della Basilicata|

|Fonologia e fonetica del gallicchiese| Morfologia e sintassi del gallicchiese| Lessico del gallicchiese| home|

1 2 3 4 5 6 7 8


LESSICO DEL GALLICCHIESE

| Lelemento latino| L'elemento greco| L'elemento germanico| Lelemento francese| L elemento arabo| Lelemento spagnolo| Lelemento italiano


 

flln

Tana della lepre, Luogo nascosto, chiuso da folea (permanenza nella tana)

matri

 

Matrigna, da matrij (matrigna)

frattm

Macchia intricata di sterpi, arbusti, erba alta, da frakts (luogo chiuso, siepe).

mbzz

Allestremit, Sulla punta da peza (estremit, orlo)

galtt

Boccale di legno con manico, per l acqua, da galakt (concernente il latte). Forse perch il boccale in questione era in origine un recipiente per il latte.

muc

Ammuffire, da mikes (fungo)

garmm

Fosso, Burrone, da karagma (spaccatura, fenditura)

mulegh

Frassino, da mela (frassino)

garavell

Recipiente di legno a forma di tronco di cono per animali da soma, da gauls (mastello, recipente, vaso)

 

mnnl

Frusciandolo, Attrezzo per pulire il forno, da molin (andare-venire) per il movimento che compie sul pavimento del forno

gvt

Trogolo, da gabaton (scodella).

mrr

Grande quantit di animali, da murios (innumerevole)

grst

Coccio di terracotta, da gstra con metastasi di /r/

 (parte inferiore, pancia di un vaso). In vari paesi della Basilicata meridionale grst significa: vaso di terra cotta per fiori.

 

nspr

Zucchero fuso per ricoprire i dolci da aspros (bianco) con protesi del suono /n/.

irm

Povero disgraziato, infelice, oppure, Solo, detto di vedovo, da erhmos (abbandonato, lasciato solo)

nch

Culla, da nake (pelle lanosa)

 

irs

 

Terreno incolto, arido , da kersos (incolto).

ngandart

L' insieme di alcune parti poco pregiate del maiale messe sotto sale in un grande vaso di terracotta, da kntharos (coppa, vaso).

laghnatr

Matterello, da lgalon (pasta a sfoglia sottile)

nggn

Cominciare, Iniziare, da enkainizo (inaugurare).

lpp

Muschio, da lipos (grasso)

nzur

Sposare, Sposarsi, da zugnumi (legare unire in matrimonio), oppure dal latino  in+ uxorare (prendere moglie)

magr

Apertura praticata nella parete del caminetto, attraverso il quale il fumo passa dal focolare al camino, da mgheiros (cuoco, ci che attiene in genere alla cucina)

paracll

Piccola stalla per maiali o galline, da paraokia (casetta che sta a fianco)

mamne

Orco, Essere immagginario mostruoso e crudele, spauracchio dei bambini, da morm (una specie di mostro femminile chiamato dalle nutrici per spaventare i bambini)

 

p

Giogaia del bue, da paghe (pelle che pende sotto il collo del bue)

pdl

Grosso recipiente per lolio, da pitharion diminuitivo di pithos (vaso)

slm

Soma dellanimale da carico da sagma (basto, carico)

pdnn

Grosso vaso di terracotta, Giara, da pitacne (giara)

scalandrn

Pertica con molti rami corti su cui i pastori appendono i loro attrezzi, da skalida (pertica, forcella)

plcc

Abbeveratoio, da pilkion (vasca)

scar

Pettinare , da ex (da) + kara (testa) (togliere dalla testa)

pls

Piccolo formaggio, fatto con le mani con i rimasugli, da pella (secchia) e opson (companatico)

scnghi

Strappare, Lacerare, da schizo (fendere, lacerare)

pprt

Fungo di sapore piccante, da pperi (pepe)

stul

Staccio per la farina, da setho (setacciare)

psl

Sedile di pietra da pezlion (banco di pietra).

sparahgn

Pianta selavtica che produce asparagi , da aspharagona (fogliame di piante di asparagi)

ptrsn

Prezzemolo, da petroslinon (prezzemolo)

spr

Cercine, da spira (qualsiasi cosa avvolta a spirale)

prchii

Lentiggini, da  prkos-e-on  (chiazzato in nero)

stl

Il manico di legno della zappa, del picone, da stele (manico, scure)

prmmccch

Albicocca, da ernos (germoglio)  e kokkos (bacca)

strp

Sterile, da sterife (sterile)

purtgll

Arancia, da portoklos (arancia)

strmml

Trottola, da strbilos  o strombos (oggetto che gira su se stesso)

rchn

Iuta, Tessuto usato per i sacchi, da racos (straccio)

stuppell

Recipente di legno a forma cilindrica svasata per misurare cereali e simili, da stiupos, (tronco ceppo dalbero)

rghn

Origano, da organon (origano)

tll

Germoglio di una pianta, da thalls (ramoscello, germoglio)

rumt

Letame, da luma-lumatos (sporcizia) con metatesi della /l/ in /r/.

tappn

Pianella, Pantofolina, da tapeins (basso)

rmml

Ciottolo, Pietra tonda, da rombos (qualsiasi cosa di forma rotonda)

ttt

Pap, da atta . Cfr. attn

rugn

Recipiente, da romai (preservare, conservare)

tmb

Luogo scosceso, Rupe che si protende su una valle, Collina , da tempe (nome di una valle della Tessaglia, ma anche dei  monti che circondavano  detta valle)

salamrr

Salamoia, da almuris (salsedine)

tumbgn

Tondo di legno che serve da coperchio o da fondo di recipienti come botti e barili, da timpnion, timpanon (tamburo, rivestimento)

salavrn

Ramarro, da sura (lucertola)

tm

Formaggio fresco, da tom, tom (taglio)

truzzul

Bussare, da truzo (emettere un suono cupo)

zcch

Piccolo, da psix (briciola)

vammc

Ovatta di cotone, da bambakion (bambacia)

zl

Diarrea, da tilos (escremento liquido)

vasilci

Basilico, da basilicn (erba da re)

zln

Tartaruga, da xelne (tartaruga)

vavalec

Chiocciola, da bbalos (bufalo) pi un suffisso diminuitivo, in riferimeno alle corna della chiocciola.

zmmr

Caprone, Becco, da ximaros (becco)

vrm

Grido, Urlo, da bromos (grido).

znżl

Straccio, da znzalon (straccio)

vmml

Orciuolo di terracotta col collo molto stretto, usato per conservare lacqua fresca da boumboulios (bumblios) di origine onomatopeica imitante il gorgoglio dellacqua che esce dalla canna.

zt

Fidanzato/a, Giovane sposo/a, da zeuctos , aggettivo verbale del verbo zugnuni (legare, unire in matrimonio)

L'elemento germanico


1 2 3 4 5 6 7 8